UNA VALIGIA PIENA DI LIBRI

"Senza i libri molti viaggi non mi sarebbero nemmeno venuti in mente"

Tiziano Terzani 

Destinazioni

“Il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma”. 

Bruce Chatwin 

Attraverso l'Asia

Consigli di lettura

L'isola di Arturo di Elsa Morante

L'isola di Arturo di Elsa Morante  Elsa Morante, con il marito Alberto Moravia, trascorre le vacanze a Procida, nell'Albergo Eldorado. Qui nel 1955 ha l'ispirazione per L'isola di Arturo che le valse il premio Strega nel 1957. Il romanzo è il più famoso tra i libri su Procida. Arturo è un bambino che vive a Procida, negli anni Quaranta del Novecento, l'isola è tutto il suo mondo, simbolo di libertà assoluta tra spiagge e sogni avventurosi. Orfano di madre e lasciato solo per lunghi periodi dal padre che si assenta, agli occhi del bambino, per vivere esplorazioni straordinarie. Arturo vive nella casa dei guaglioni. Nel palazzo di Arturo le donne non sono ben accette, qui il bambino trascorre il tempo nell'attesa del ritorno del padre che venera. Attraverso le sue esperienze sull'isola e le scelte del padre, Arturo cresce per arrivare alla consapevolezza che, dietro alle assenze del padre, non ci sono avventure in giro per il mondo ma un segreto nemmeno troppo nascosto, che si rivela in tutta la sua brutalità.

E' un palazzo di due piani, oltre alle cantine e al solaio ( a Procida, le case di una ventina di stanze, che a Napoli sembrerebbero piccole, si chiamano palazzi)...

Il suo messaggio a mio padre, ch'io fra me tradussi pronto, consisté in tutto delle seguenti parole: VATTENE, PARODIA!

Ultimi articoli

Viaggi nella storia

Esperienze in viaggio

Non perdiamoci di vista

Non vuoi perdere nessun nuovo articolo?

SEGUI UNA VALIGIA PIENA DI LIBRI

© 2019–2024 · Paola Vignati – E’ vietata la riproduzione, anche parziale, di immagini, testi o contenuti senza autorizzazione · Accedi

error: Questo contenuto è protetto da copyright
Ricevi gli ultimi articoli

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER